Un anno di Blog e ricordo di mio Babbo

 

Ieri questo blog ha compiuto un anno con i suoi 28 post. Avrei voluto scrivere qualcosa di particolare, ma non mi è venuto niente in mente. Entrando in Facebook, ho trovato tragli aggiornamenti, una nota di mio fratello Costanzo……una lettera dedicata a mio babbo che oggi avrebbe compiuto 87 anni.

Ho letto e riletto la lettera…..Spesso è difficile esprimere quello che si prova dentro, sopratutto per chi è stato abituato ad essere forte o meglio……a far vedere di essere forte.

In segno di apprazzamento e di condivisione di quanto scritto, riporto pari pari, la lettera di mio fratello, in modo che le persone che passano in questo blog, possano leggerla.

 

"ciao babbo, domani avresti compiuto 87 anni.
Penso molto a quello che mia hai dato tu nei 34 anni che abbiamo camminato insieme questa vita. Parlo molto di te con i miei figli..
Racconto di quando mi dicesti che nonno ti mandava a controllare l’orto nel terreno vicino al cimitero, avevi solo sei anni e dovevi fare il guardiano; di quando hai visto il famoso BANDIRU DIANA.
Racconto che tu sei stato un combattente nella 2° guerra mondiale, che sei stato un eroe perché sei partito giovane ed hai dato i tuoi migliori anni per un ideale; di quando ti sei miracolosamente salvato perché ti cambiarono incarico all’ultimo minuto e la vita la perse un altro sergente: il sergente Rochi.
Racconto quanto fosse difficile la scuola ai tuoi tempi e di come tu, con orgoglio, superasti gli esami di ammissione alla scuole medie e superiori ripetendo la teoria del cubo di un binomio o qualcosa del genere, che ricordavi a memoria ancora.

Ricordo i racconti delle tue cene di lavoro: sembravano le cene di lavoro con il mega-direttore sui film di FANTOZZI, che ridere; racconto del tuo stile: sempre in cravatta e molto preciso, cordiale con tutti.
Racconto le storie che raccontavi a me su FRORI DE MUNDU, la CASA DELL’ORCO.
Però…..
Non ho detto però di tutte le volte che ci siamo scontrati, delle volte che ti ho giudicato…
delle volte che ti ho voluto tenere a distanza perché non mi capivi…delle volte che potevo confidarti i miei pensieri e non l’ho fatto perché mamma mi avrebbe capito di più…. e non ho detto che forse in quei momenti eri tu che ti sentivi messo da parte.. ma che un giorno sorprendentemente mi difesi con mamma.
Mi dispiace , non è stata colpa tua, ti hanno educato rigidamente e con i figli forse ti hanno insegnato che bisogna avere delle distanze….ma le nostre erano troppe… e molte volte io le aumentavo apposta….
Ma io che ho la presunzione di avere dei principi, una fede in Dio che mi rende pronto a dare la vita al prossimo…. che vorrei lasciare il mondo un pò migliore di come l’ho trovato…. non ho saputo capirti…. non ti ho considerato il mio prossimo… avrei dovuto fare io il primo passo.. lo dice anche il vangelo … avrei dovuto chiederti perdono… avrei voluto
dirti che ti sono grato per la vita che hai contribuito a darmi…….
Ti ringrazio per quello che sono, per i principi che mi hai insegnato.
…. Quel giorno, quando eri nel letto dell’ospedale volevo che tu fossi sveglio per dirti queste ultime cose…. te le ho sussurrate ma forse non le hai sentite.. era troppo tardi…. Poi te ne sei andato alla casa del Padre.
… e scusa se non ero lì con te a tenerti la mano, come quando tu facevi con me quando ero piccolo, per accompagnarti nel momento più importante: l’ultimo attimo di vita….
Babbo oggi ho 42 anni, ho 4 figli e spero che tu possa pregare per me, ed io qui per te e mamma, aiutami nel difficile ruolo che tu hai svolto eccellentemente per tanti anni; aiutami a saper parlare con i miei figli…. tu sai quanto è difficile.. aiutami a capire quando è il momento di stare ad una parte e quando invece devo essere presente….
Infine non ti ho mai detto una cosa, la più importante, quella che ogni padre vorrebbe sentire da suo figlio: TI VOGLIO BENE BABBO…. GRAZIE DI TUTTO. CIAO,
Ci rivedremmo, a Dio piacendo, là dove "..non ci sarà più la morte, né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate…."

 

Grazie Costa

 

Roby 

 

 

 

Precedente Pasqua di Resurrezione...."S'Incontru" Successivo La festa dell'Assunzione